Home

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza è pronta ad assistere i colleghi vittime di azioni dirigenziali finalizzate a costringerli a svolgere attività gratuite di “data entry” per conto dell’Ente Invalsi. Reclutare manodopera a costo zero per qualcuno, come vorrebbero certi DS, è puro caporalato, si potrebbe configurare per loro l’ipotesi di reato prevista di violenza privata e/o di estorsione.

I gestori dell’Invalsi devono attrezzarsi in proprio oppure contrattare un compenso se desiderano la nostra opera.

Non siamo i loro servi ribelliamoci!

 La Gilda è disposta a “sorvolare” solo in quelle scuole nella cui contrattazione è previsto un compenso (anche orario) o comunque una compensazione oraria concordata.

Invitiamo i colleghi ai quali dovessero essere imposte certe attività gratuite, extraorario, a richiedere anche l’intervento in loco delle forze dell’ordine, adesso basta!