Home

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Meritano sostegno, solidarietà e vicinanza i tantissimi docenti di scuola primaria che operano nel territorio delle province di Parma e Piacenza, che a causa di un guazzabuglio legal-giudiziario rischiano di essere espulsi dal sistema scolastico.

Questo nonostante abbiano esercitato la professione docente per tanti anni, acquisendo un'esperienza enorme che in qualsiasi altro contesto professionale sarebbe considerata un valore se non un merito. I nostri colleghi diplomati magistrale (una tipologia di scuola che a parere di chi scrive fu sciaguratamente soppressa) bene hanno fatto ancora una volta a far sentire alta la loro voce ai politici, anche a livello locale, come qualche sera fa nel corso del Consiglio Comunale di Parma. Durante la campagna elettorale molti di coloro che oggi fanno parte della maggioranza che governa il Paese, giunsero nel nostro territorio promettendo che avrebbero ricercato soluzioni al problema, adesso ci aspettiamo che lo facciano con modalità che non ledano le legittime aspettative di nessun docente, sia di chi ha il diploma magistrale sia di chi è venuto dopo.
Salvatore Pizzo
Coordinatore Gilda degli Insegnanti Parma e Piacenza