Home

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

coronavirus mascherina pixabayL'Ausl di Parma sul proprio sito ufficiale ha pubblicato un comunicato, rivolto al personale scolastico, per informare che dal 23 febbraio tutti i docenti delle scuole Parmensi e gli altri operatori del settore "possono" prenotare la somministrazione del vaccino per proteggersi dal Covid. 

Secondo quanto ha riferito l'Ausl ciò sarebbe possibile rivolgendosi al proprio medico, peccato che molti medici contattati dai docenti hanno riferito di non saperne niente e non mancano i casi di coloro che hanno detto ai propri assistiti di non essere nemmeno attrezzati per la somministrazione del vaccino.  La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza invita i responsabili del'Ausl a meglio precisare come stanno le cose, a tal proposito il coordinatore Salvatore Pizzo tiene a far presente: "Per le vicende relative alla gestione dell'emergenza Covid in ambito scolastico già lo scorso 7 dicembre avevamo chiesto un incontro all'Ausl, ciò dopo aver appurato che ai tavoli ufficiali, relativi al tema, in rappresentanza degli insegnanti sono stati invitati soggetti che non hanno alcun titolo a parlare a nome della categoria, purtroppo da allora l'unica risposta è stata il silenzio, poi oggi se ne sono usciti un finto scoop che è solo una bufala" - continua Pizzo - "la politica dia certezze al corpo docente non chiacchiere e caos mediatico".