Home

scuola vigattoMolti politici locali di Parma non sanno, o forse fingono di non sapere, che i docenti della Scuola Statale fanno parte del comparto Istruzione e Ricerca i quali in tutta Italia sono rappresentati dalle cinque organizzazioni elette democraticamente dalla categoria e non da altri che a vario titolo si interessano di scuola, tra queste anche la Gilda Unams – Gilda degli Insegnanti.

Un dato democratico, riguardante 10.300 docenti del territorio, che dovrebbe essere sufficiente al Comune di Parma per sapere quali sono gli interlocutori collettivi di riferimento della categoria degli insegnanti della Scuola Statale, purtroppo ancora una volta veniamo a conoscenza di situazioni che ci riguardano direttamente solo grazie alla stampa, una sgrammaticatura istituzionale che si è già vista quando parte dell’Istituto Comprensivo Micheli è stata temporaneamente collocata in Via Saffi e che adesso si ripete con la temporanea sistemazione del Plesso di Vigatto nella sede centrale dell'Istituto Verdi. Dichiara Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza: “Centinaia di docenti in questo periodo devono adempiere alle procedure relative alle graduatorie d’istituto e provinciali per le supplenze e tra pochi giorni, i docenti di ruolo aventi diritto potranno chiedere l’assegnazione provvisoria e gli utilizzi in sedi diverse da quelle titolarità, il tutto viene governato da algoritmi, se gli interessati non sono a conoscenza dell’esatta ubicazione dei plessi corrono il rischio di fare scelte errate, non modificabili, che non erano quelle che intendevano fare, situazione che per giunta rischia di ricadere negativamente sula qualità dell’andamento scolastico” – “è la terza volta consecutiva che un’amministrazione locale a guida Pd nel territorio dell’ambito scolastico di Parma e Piacenza si comporta in questo modo, se è una scelta politica ignorare chi rappresenta i docenti lo dicano, almeno la categoria, che è anche di cittadini elettori, ne prende atto”